Acido Glicolico

Che cosa è l’acido Glicolico ?

L’acido glicolico è un acido carbossilico, fa parte della famiglia degli alfaidrossiacidi come l’acido citrico o l’acido lattico; viene ottenuto dalla fermentazione dell’uva acerba, dalla canna da zucchero e dalla barbabietola. Si tratta di un composto corrosivo.

Ha una struttura molecolare particolarmente piccola, che gli consente di penetrare gli strati della pelle. Agisce indebolendo i legami tra i lipidi nello strato più superficiale della cute e quindi facilitando l’esfoliazione delle cellule morte e delle impurità.

Quando viene applicato sulla pelle l’acido glicolico reagisce con lo strato epidermico superiore, indebolendo le capacità leganti dei lipidi che mantengono unite fra loro le cellule epiteliali morte. Tale proprietà porta quindi alla rimozione dello strato più esterno di pelle, portando alla luce gli strati inferiori più sani, brillanti e di miglior aspetto. Per queste caratteristiche viene utilizzato molto nelle concentrazioni dal 10 al 30% in medicina estetica mediante applicazioni con tecniche di peeling. Il suo utilizzo porta ad un progressivo miglioramento dell’aspetto della pelle, può ridurre le rughe ed i segni dovuti all’acne o alla iperpigmentazione.

Viene utilizzato prevalentemente per:

trattamento delle rughe

trattamento delle macchie della pelle

trattamento di cicatrici

trattamento delle smagliature

trattamento di acne in fase attiva e cicatrici da acne, il suo utilizzo è indicato per il trattamento dell’invecchiamento cutaneo e per il controllo della seborrea nell’acne, trattamento che può quindi essere molto utile nel controllo della formazione dei comedoni favorendo l’esfoliazione dei tappi cheratinici responsabili della formazione delle pustole.

è in grado, inoltre, di riequilibrare il pH cutaneo normalizzando la produzione di sebo

Nelle sue percentuali più alte (50% e 70%) è assolutamente ad esclusivo uso medico, poiché è un acido che penetra facilmente il derma e solo un professionista esperto e formato sa quando bloccarne l’azione.

Utile anche, in combinazione con altri acidi e altre metodologie, per il trattamento delle ipercromie cutanee.

Lascia un commento